Giochi e strategie per ristabilire le regole con i bambini

ristabilire regole con i bambini

Regole, regole, regole, ma come farle capire ai bambini? Lui di regole non ne vuol proprio sentir parlare! Come posso fare?

1. Come ristabilire le regole

Prendete carta e penna e scrivete quali sono per voi le regole più importanti (max. 4 o 5 regole), in seguito stabilite una priorità.

2. Il promemoria

Preparate un promemoria con le regole scritte o disegnate, se il bambino è piccolo. Attaccate il foglio bene in vista.

3. Parlate con vostro figlio

Spiegate a vostro figlio cosa non va e gli obiettivi da raggiungere.

4. Cercate collaborazione dei familiari

Cercate collaborazione dei vostri familiari ed eventualmente della scuola (dipende se il problema coinvolge anche l’ambiente scolastico). L’importante è avere lo stesso obiettivo ed inviare lo stesso messaggio al bambino.

Ecco qualche gioco

Anche qui il gioco vi può aiutare, ma solo come supporto ad un discorso educativo.

Sistema a punteggio

(dai 6 anni in su)

Stabilite poche regole e dateci un valore.
Qualche esempio:

Punti negativi:

  1. Non rispondere indietro in modo maleducato: 5 punti
  2. Non alzare le mani tra fratelli: 5 punti
  3. Non urlare e saltare per la casa: 3 punti

Punti positivi:

  1. Preparare/sprepare la tavola: 2 punti
  2. Farsi il letto: 2 punti
  3. Riordinare la camera: 2 punti
  4. Comprare il pane: 2 punti
  5. Portare le immondizie: 2 punti

Lo scopo del gioco è di raggiungere 100 punti (50 per i più piccoli). I punti vanno aggiunti o tolti in base al comportamento, raggiunto il punteggio il bambino verrà premiato.

Il punteggio positivo è stimolante per i bambini, facilitarlo con qualche voce in più, sarà per loro gratificante, inoltre è un modo per rendere i bambini partecipi alla vita della famiglia e li fa sentire importanti.

Molto comodo è scrivere il punteggio su una lavagna, dove il bimbo potrà lui stesso aggiornare il dato e correggerlo.
Se poi avete due o più figli il gioco si farà molto interessante.

Il calendario

(dai 4 ai 7 anni)

Basato sul sistema a punteggio, ma più pratico.

Mettete un calendario in camera del bambino. Ogni giorno segnerete con un “+” o un “–“, oppure anche con gli smile, se ha seguito le regole. Alla fine della settimana o del mese il bambino verrà premiato.

La corda si spezza

(dai 3 ai 6 anni)

Molto simile al precedente, ma adatto ai bambini più piccoli. Prendete una corda lunga 1 metro e la attaccate, ogni volta che ci sarà un comportamento che non va, taglierete un pezzetto piccolo o grande, in base alla marachella. Se invece sarà molto bravo, potrete aggiungere un altro bel pezzo di corda.

Questi giochi aiutano i bambini a comprendere fino a dove possono arrivare e a dare un peso diverso alle  loro marachelle.

Buon lavoro!
Fare, disegnare, giocare